12
Apr

Reintegrazione e cessazione attività d’impresa

Corte di Cassazione 16 marzo 2021 n.7363, Pres. Raimondi, Est. Piccone, Fallimento After Market Electronics Service srl (Avv. Pavarotti) c. Brunelli ed altri (Avv. Faranda, Crupi).

Lavoro – Licenziamento – Illegittimità del licenziamento – Cessazione dell’attività dell’impresa – Reintegrazione – Esclusione.

Qualora nelle more del giudizio promosso dal lavoratore per la declaratoria della illegittimità di un licenziamento precedentemente intimato, sopravvenga un mutamento della situazione organizzativa e patrimoniale dell’azienda tale da non consentire la prosecuzione di una sua utile attività, il giudice che accerti l’illegittimità del licenziamento non può disporre la reintegrazione del lavoratore nel posto di lavoro ma deve limitarsi ad accogliere la domanda di risarcimento del danno, con riguardo al periodo compreso tra la data del licenziamento e quella della sopravvenuta causa di risoluzione del rapporto.

Cassazione 7363.2021