31
Mar

Indennità di malattia, mancata anticipazione del datore di lavoro e legittimazione passiva

Corte di Cassazione, ordinanza 1.2.2022 n. 3076, Pres. Tria, Rel. Amendola.
Previdenza ed assistenza – Indennità di malattia – Mancata anticipazione da parte del
datore di lavoro – Azione giudiziaria – Soggetto passivo – Inps – Datore di lavoro –
Esclusione.
In caso di omessa anticipazione dell’indennità al lavoratore al momento della corresponsione della retribuzione, legittimato passivo per la domanda di pagamento dell’indennità di malattia, è l’Inps e non il datore di lavoro.