21
Mar

Domanda di accesso al Fondo di Garanzia Inps e decorrenza del termine di prescrizione annuale

Con sentenza del 20 gennaio 2023, n. 1771, la Corte di Cassazione si è pronunciata in tema di decorrenza del termine di prescrizione annuale (ex art. 2, comma 5, del d.lgs. n. 80 del 1992) previsto per la presentazione della domanda al Fondo di Garanzia Inps da parte del lavoratore, al fine di ottenere le ultime tre mensilità maturate nel rapporto di lavoro, laddove il datore di lavoro non sia assoggettabile a nessuna delle procedure concorsuali (fallimento, concordato preventivo, liquidazione coatta amministrativa, amministrazione straordinaria). In tal caso la prescrizione annuale decorre dal momento in cui il lavoratore, in seguito all’esperimento dell’esecuzione forzata, ha avuto cognizione o avrebbe dovuto avere cognizione dell’insufficienza totale o parziale delle garanzie patrimoniali, adoperandosi con una condotta improntata all’ordinaria diligenza per ottenere, ai sensi dell’art. 518 c.p.c., la consegna del processo verbale di pignoramento redatto dall’ufficiale giudiziario.