13
Apr

Libero professionista, contributi e decorrenza prescrizione

Corte di Cassazione 25 marzo 2021 n. 8419, Pres. Leone, Est. De Felice, Inps (Avv. Scipino,Maritato, De Rose, D’Aloisio, Sgroi) c. Madaro (Avv. Vaudetti).

Previdenza – Contributi – Prescrizione – Libero professionista – Omessa denuncia dei redditi per attività professionale occasionale nella dichiarazione dei redditi – Obbligo contributi alla gestione separata Inps – Doloso occultamento del debito contributivo – Prescrizione – Decorso – Esclusione.

Ricorre la causa di sospensione della prescrizione di cui all’art.2941 n.8, cod. civ., qualora il debitore abbia posto in essere una condotta tale da comportare per il creditore una vera e propria impossibilità di agire, e non una mera difficoltà di accertamento del credito, e quindi quando abbia posto in essere un comportamento intenzionalmente diretto ad occultare al creditore l’esistenza dell’obbligazione. Costituisce doloso occultamento del debito contributivo verso l’ente previdenziale, ai fini dell’applicabilità dell’art.2941 n.8 cod.civ., la condotta del professionista che ometta di compilare la dichiarazione dei redditi nella parte relativa ai proventi della propria attività, utile al calcolo dei contributi per la gestione separata.

Cass. 25.3.2021 n.8419